Londinesi Famosi

Londra, il mare e Francis Drake

Pinterest LinkedIn Tumblr

Francis Drake, un pirata gentiluomo agli ordini di Elisabetta, il Tamigi, il Mare e altro

E’ grazie al Tamigi se la città di Londra si è proiettata verso il mare aperto che, da sempre, le ha procurato fama e ricchezza.

Esiste un museo che si materializza in una nave, la HMS Belfast: un bel vascello ancorato sul Tamigi, vicino al Ponte di Londra (London Bridge) e proprio di fronte alla Torre di Londra (Tower of London).
E’ una nave che ha terminato il servizio nel 1965 e gli Inglesi, nella loro meticolosità nel conservare tutto ciò che riguarda il passato, mettono a disposizione dei visitatori scene della vita di bordo.
Ci sono le cucine con i cuochi che preparano il pranzo. Le lavanderie sono in azione.

Gli alloggi dell’equipaggio sono spartani. Ci sono le celle di punizione che dimostrano la rigida disciplina che si viveva sulla nave, ovviamente gestita dal comandante che, per infrazioni gravi come il sonno o l’ubriachezza, poteva comminare anche punizioni di quattordici giorni di prigione…

Ci si chiede tuttavia come sia cominciata quella che è stata appunto la fortuna di Londra sui mari.

Verso il 1500 il governo autorizzava il capitano di nave ad attaccare la nave nemica.
Ecco che sorge il nome di “corsaro” riferito a un privato cittadino che si imbarcava su una nave armata di cannoni in cerca di un legale bottino. Tutto questo in tempo di guerra.

In tempo di pace esisteva una vera e propria rappresaglia, in quanto il comandante era autorizzato a permettere che i mercanti potessero rifarsi delle perdite subite per colpa dei pirati, derubando a loro volta chi li aveva derubati.

La cosidetta “guerra di corsa” praticamente era la delega a privati di aggredire imbarcazioni che si presentavano all’orizzonte.

Non esistevano all’epoca leggi che regolassero il “transito marino”. (Fa eccezione Venezia, in questo campo, in anticipo sui tempi.)

E’ proprio a questi personaggi che la Gran Bretagna deve quello che diventerà il suo dominio sui mari.

Se in un primo tempo la Spagna surclassava l’Inghilterra nel portare a casa merci e favolosi beni preziosi, spaziando in largo e in lungo, in seguito i marinai inglesi si dimostrarono più capaci di quelli spagnoli.

Un personaggio famoso, abilissimo, coraggioso, nato nel Devon nella seconda metà del 1500, Francis Drake, farà a lungo parlare di se per le sue spericolate imprese che procurarono all’Inghilterra monete, oro, diamanti, smeraldi, perle, nonchè spezie pregiate.
Tanto che alle proteste dell’ambasciatore spagnolo per le ruberie inglesi (da che pulpito veniva la predica!), pare che la regina Elisabetta abbia imposto di diffondere la notizia che Drake avesse fatto ritorno a casa senza alcun bottino…
A bordo della Pelica, fu il primo inglese a circumnavigare il globo, dal 1577 al 1580, e fu insignito del titolo di cavaliere al suo ritorno dalla regina Elisabetta
Ebbe un ruolo chiave, in qualità di vicecomandante, nella battaglia sulla Manica contro l’ Invincibile Armada Spagnola, regalando all’ Inghilterra la supremazia sui mari.

Drake morirà durante un’impresa nelle Antille, colpito da febbre tropicale, poco meno che sessantenne, dopo aver dato alla sua terra notorietà, folclore, ma soprattutto tanta fortuna economica.
Nel suo testamento prescrisse di lasciare buona parte del proprio patrimonio alla povera gente.

I commenti sono chiusi

Questo sito utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Cliccando sul pulsante ACCETTO, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi