I Ponti di Londra

Il Millennium Bridge

Pinterest LinkedIn Tumblr

Il Millenium Bridge è un ponte pedonale sospeso sul Tamigi.

Il Millenium Bridge unisce la zona di Bankside con la City di Londra ed è posto tra il ponte di Southwark e il ponte Blackfriars.

L’inizio sud del ponte è posto vicino al teatro Globe, alla galleria di Bankside e alla galleria d’arte moderna Tate.

La parte opposta del ponte verso nord è vicina alla City of London School e si pone sotto la cattedrale di St Paul per cui da quel punto vi è una straordinaria vista della facciata della cattedrale con i piloni che fanno da cornice.

E’ in acciaio ed è lungo 325 metri e largo 4.

E’ stato costruito tra il 1999 e il 2000, dopo un bando di concorso del 1996.

Il Millenium Bridge e’ di proprietà della fondazione Bridge House Estates (guidata dalla City of London Corporation), che si interessa anche della manutenzione.

E’ il primo ponte pedonale ad attraversare il Tamigi dopo il 1894, quando è stato costruito il Tower Bridge.

Brevi cenni storici sul Millenium Bridge:

I cavi che sostengono il Millenium Bridge sono stati posti sotto il livello del piano di camminamento, sia per le restrizioni di altezza imposte dall’urbanistica, sia per migliorare la vista dal ponte stesso, sia per dare alla struttura un aspetto slanciato.
Vi sono due piani di camminamento.

Gli otto cavi di sostenimento sono stati calcolati per supportare 2.000 tonnellate, ossia idonei per ospitare contemporaneamente 5.000 persone.

Il Millenium Bridge

La costruzione, iniziata nel 1999, è stata aperta al pubblico il 10 giugno del 2000, ma chiusa due giorni dopo a causa di vibrazioni prodotte dal passaggio di 90.000 persone il primo giorno e più di duemila contemporaneamente.

Queste piccole vibrazioni costringevano i passeggeri a camminare, di conseguenza, in sincronia con le oscillazioni, creando un fenomeno di risonanza.

Le oscillazioni avvenivano anche quando sul ponte transitavano pochi pedoni.
Pertanto il “Millenium Bridge” è stato denominato “Wobbly Bridge” ossia ponte instabile.

La chiusura del ponte, due giorni dopo l’apertura, ha provocato critiche da parte dell’opinione pubblica.
Il progetto è stato considerato un fallimento come il Millenium Dome.

I problemi vibratori sono stati risolti nel 2002 e costati 5 milioni di sterline.
Sono stati apportati smorzatori ad inerzia per contrastare le oscillazioni verticali e smorzatori idraulici per quelle orizzontali.

Il ponte, dopo un periodo di prova, è stato riaperto nel febbraio 2002.

Da allora non si sono più verificati movimenti anomali.

Il Millenium Bridge è stato chiuso durante la tormenta Kyrill perchè si temeva che i forti venti potessero scaraventare i pedoni fuori dal parapetto.

I commenti sono chiusi

Questo sito utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Cliccando sul pulsante ACCETTO, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi