Londinesi Famosi

Charles Robert Darwin

Pinterest LinkedIn Tumblr

Vita e opere di Charles Darwin, grande personaggio della Cultura Inglese

Charles Robert Darwin  è un biologo, geologo, zoologo, botanico nonchè grande pensatore della Gran Bretagna.

E’ famoso per aver formulato la teoria delle specie animali e vegetali per selezione naturale e teorizzato la discendenza di tutti i primati, uomo compreso, da un comune antenato.

Darwin è nato a Shrewsbury in Inghilterra nel febbraio del 1809 e deceduto a Londra nell’aprile del 1882.
E’ sepolto nell’ Abbazia di Westminster, abbastanza vicino a Newton.

E’ quinto di sei figli di Robert Darwin, medico generico del paese.
Da ragazzo è affascinato di storia della natura e colleziona insetti e minerali.
Osserva gli uccelli e pratica la caccia.

Viene ammesso alla rinomata scuola di Shrewbury e dimostra particolare interesse per la matematica e la geometria al contrario invece per i classici antichi che non lo attirano.
Colleziona insetti, uova di uccelli e, assieme al fratello Erasmus, esegue esperimenti chimici nel capanno vicino a casa, il solo luogo in cui i due possono praticare i loro “puzzolenti” esperimenti.
“Gas” infatti è il soprannome che viene affibbiato a Charles, proprio grazie a questa nauseabonda attività.

Nel 1825 viene iscritto dal padre, appena sedicenne, all’università di medicina di Edimburgo.
Disgustato dalla chirurgia, due anni dopo lascia l’università dove però ha letto libri di ornitologia, si è imbarcato con i pescatori di ostriche e ha compiuto ricerche negli stagni locali, tanto che una sua relazione scientifica al riguardo è stata presentata agli studenti della stessa Università.

Il padre, deluso dal comportamento del figlio, nel 1828, lo iscrive nel Christ’s College a Cambridge, con la speranza che il giovanotto venga attirato dalla carriera ecclesiastica.

Charles, all’epoca, è influenzato da personalità scientifiche che lo indirizzano verso la storia naturale, ossia la sua aspirazione. Tuttavia, per accontentare il padre, studia lo stretto necessario per superare gli esami e diplomarsi in teologia nel 1831.

Continua però a dedicarsi allo studio della botanica.
Accompagna il famoso geologo Adam Sedgwick in un’ escursione nel Galles.

Viene poi accolto dal capitano della nave Beagle, che è in partenza per un viaggio di cinque anni attorno alle coste del Sud America.

Charles Darwin

Questo viaggio permette a Charles di sviluppare e dedicarsi a quelle capacità osservative e analitiche che in seguito gli serviranno per elaborare le sue teorie. Visiterà le isole di Capo Verde, le Falkland, le coste del Sud America, le isole Galapagos e l’ Australia.

Durante la navigazione analizza campioni di specie animali e vegetali. Fa ritorno in patria nel 1836.

Ornitologi del British Museum, nel 1837, rendono noto a Darwin che le sue numerose e per altro differenti specie raccolte alle Galapagos appartengono tutte a un gruppo di specie di una certa sottofamiglia a cui appartengono anche i comuni fringuelli…

Tutto questo, unitamente alla lettura del saggio di Thomas Malthus sulla popolazione del 1798, favorisce in Darwin una serie di pensieri o meglio ragionamenti che sfoceranno poi nella sua Teoria dell’Evoluzione per selezione naturale e sessuale.

Darwin nel 1839 sposa una sua cugina e mettono al mondo 10 figli.
Darwin è in sintonia con gli scritti di Charles Lyell e Malthus, che riguardano la disponibilità di risorse alimentari in relazione al rilevante numero delle popolazioni animali.

Scrive quindi “Appunti sulla trasformazione delle specie”.

Tra gli anni 1842 e 1844 prepara un primo abbozzo della sua teoria, sempre cercando di perfezionarla.

Nel 1858 Darwin si presenta alla “Linnean Society” di Londra per dare comunicazione al riguardo, leggendo anche una teoria di Wallace sull’origine della specie che ha delle somiglianze con la sua stessa teoria…

Infatti Darwin rimarrà male per il fatto che Wallace abbia esposto la formulazione di una propria teoria sull’origine della specie in cui sono evidenti molti punti uguali alla sua teoria, senza peraltro che lo stesso gli abbia chiesto il permesso di pubblicare tali scritti…

L’opera “L’origine delle specie” verrà pubblicata l’anno dopo, ossia nel novembre del 1859, suscitando un vero interesse, tanto che la prima edizione sarà esaurita in due giorni.

Nello stesso periodo a Darwin muore il figlio di scarlattina, una malattia che nel paese si è diffusa in forma epidemica.

La Linnean Society cerca di dirimere la contesa accettando un progetto comune sia di Darwin che di Wallace.
Darwin però, sconvolto dalla morte del figlio, non partecipa alla presentazione.

La teoria di Darwin

Darwin, dopo un vastissimo lavoro di indagine e di classificazione, affiancato appunto dalla lettura delle opere di Lyell e Malthus, è convinto dell’esistenza di una selezione naturale, operata dall’ambiente, che sta all’origine delle specie e orienta l’evoluzione degli organismi attraverso una serie di adattamenti all’ambiente stesso.

Tale selezione, a giudizio di Darwin, si realizza con la lotta per la sopravvivenza che riguarda tutti gli esseri viventi, che li costringe a variare continuamente organi e istinti.

Le variazioni più idonee a rispondere alla pressione ambientale garantiranno l’esistenza di una specie piuttosto che di un’altra.
Darwin include anche l’uomo tra i prodotti della selezione, considerandolo il risultato di uno sviluppo da specie inferiori e considerando inoltre le sue stesse facoltà superiori (pensiero, morale, linguaggio, religione) come variazioni biologiche utili che, per questo motivo, si sono affermate e conservate.

Le dottrine darwiniane sull’evoluzione hanno sollevato enormi polemiche.
Infatti queste teorie escludono ogni fenomeno e causa soprannaturale.
Contrastano l’immodificabilità del mondo biologico in quanto creato da Dio.

Mettono in discussione le argomentazioni finalistiche che sostenevano un fine predeterminato per qualunque cosa presente in natura.
Anche il determinismo, per Darwin, non ha più ragione di essere.

Darwin e la religione

In gioventù Darwin professa la religione ortodossa.
In seguito è consapevole che le sue teorie sull’evoluzione, per i suoi amici naturalisti ecclesiastici, sono un’eresia.
La sua fede nel cristianesimo, a poco a poco, si va attenuando.
La morte della figlia Annie porta Darwin a perderla completamente.

Sono circolate voci, dopo la sua morte, che sostenevano la sua conversione sul letto di malattia, smentite dai figli e ritenute false dagli storici.

Scritti di Darwin

Molte sono le opere di Darwin.
Oltre alla principale che è appunto “L’origine delle specie” (1859) si deve ricordare: “Viaggio di un naturalista intorno al mondo (1839), “L’Origine dell’uomo”(1871).

Riconoscimenti
Nel 1853 Darwin riceve dalla Royal Society la “Medaglia Royal”.

Nel 1870 la Società Geografica Italiana lo nomina socio d’onore.
Cambridge intitola a Darwin il College fondato nel 1964: Darwin College di Cambridge”.

Nel bicentenario della sua nascita il Regno Unito rilascia una moneta da due sterline con l’ effigie di Darwin di fronte ad uno scimpanzè con le date 1809-Darwin-2009.

La BBC mette in atto diversi programmi.

Dalla Chiesa d’Inghilterra ci sono ricordi e scuse.

I commenti sono chiusi

Questo sito utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Cliccando sul pulsante ACCETTO, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi